h come handicap

Acquarioche strano ripescare in un ufficio appena imbiancato, col parquet nuovo e le lampadine che pendono dal soffitto, gli appunti per il sillabario del lunedì del giardiniere, secondo il quale «il giardinaggio è anche metafora, antidoto, rifugio, handicap».
in realtà la labirintica «passeggiata nell’h» di s. era cominciata con la parola herbarium, ricca di associazioni e ricordi, per passare attraverso hortus in alcune delle sue versioni – hortus cinctus, hortus conclusus, hortus erasmi (vedi alla voce giardini) –, ma senza troppa convinzione, per poi arrivare attraverso l’imprevedibile traghetto google al trattato the anatomy of melancholy. che c’entra l’acca, verrebbe da chiedersi, ma, visti sul frontespizio hypocondriacus e hellebor, ecco che la rotta della navigazione pare ritrovare un senso… il giovane malinconico si rifugia in un giardino in cui lo svantaggio del suo temperamento può diventare – diventa – un talento.

(se ho capito giusto, altrimenti il giadiniere mi smentirà. per continuare: un altro weblog, un’altra h.)

3 risposte a "h come handicap"

  1. allure(tte) novembre 30, 2004 / 12:27 pm

    Ma che bello questo tuo post, che belli i percorsi che mi hai fatto fare.
    A me che le ho tutte: malinconia, ipocondria ed anche il pollice verde.

    "Mi piace"

  2. rose novembre 30, 2004 / 3:30 pm

    giro i complimenti al giardiniere!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...