prestiti, furti e sparizioni

  Lovable?per partire dal frivolo: sabato scorso, mentre cercavo consolazione della ingiustificabile scomparsa del negozio monomarca di princesse tam-tam a monza con un'esplorazione al negozio lovable di milano, mi sono accorta che il marchio della rinnovata ditta mi ricorda un po' i cuori di peter blake e un po' il simbolo dei love & rockets (senza il razzo, naturalmente, che per un produttore di intimo femminile sarebbe stato di cattivo gusto.)

un'oretta più tardi mi apprestavo a rientrare a casa carica dei soliti articoli casalinghi con cui da queste parti si cerca di arginare l'accumulo e il disordine, quando mi sono accorta della sparizione della scatoletta simbiotica altrimenti detta aifon dalla tasca esterna della borsa, dove l'avevo riposta in un persistere di ottimismo estivo assolutamente fuori luogo in corso buenos aires (causa: furto con destrezza, come ha detto il carabiniere). anch'esso ottimismo si è dissipato come quasi tutti gli effetti positivi delle vacanze a qualche giorno dal rientro, grazie.
in memoriam di quanto ci stavamo divertendo insieme, ecco l'album dei ricordi.

di ritorno dai carabinieri ho avuto agio di constatare la scomparsa totale dei telefoni pubblici dalla stazione centrale. l'ho perlustrata sperando in un angolino non ristrutturato dove resistesse una delle cabine che si trovano ancora nei metrò, ma niente. in compenso ci sono negozi di tutte le compagnie telefoniche, così, metti che sbarchi in stazione uno straniero che ha bisogno di telefonare, si deve subito comprare una sim italiana, che fortuna.

ora torno a fustigarmi con il mio nuovo cellulare zte da ventinove euro in cui non riesco a importare i contatti (ehi, ma ha la radio fm!) e a preparare un piano di riscossa tecnologica autunnale.
in particolare, pensavo di insegnare a questi occhi lacrimosamente afflitti dal polline di ambrosia a leggere gli ebook.
ci sentiamo…

Annunci

2 risposte a "prestiti, furti e sparizioni"

  1. fuchsia settembre 2, 2011 / 9:56 pm

    Uff, che brusco atterraggio nel quotidiano. Mi dispiace.

    Mi piace

  2. rose settembre 2, 2011 / 10:41 pm

    proprio adesso che mi ero decisa a segnare gli appuntamenti dal dentista su un’agenda elettronica!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...